Lavorazione

P1060712_attrezziLa lavorazione passa attraverso varie fasi, portate avanti da artigiani con pluriennale esperienza.
Il manufatto ottenuto può a tutti gli effetti definirsi “Prodotto in Italia”, con la garanzia che ciò comporta.

Il punto di partenza può essere il disegno o qualcosa (struttura oppure oggetto) in base a cui deve essere costruito l’elemento in vetroresina.

Si procede quindi alla preparazione di un modello in legno (prototipo) e poi si realizza uno stampo, su cui viene modellata la struttura in vetroresina.
Il prototipo di preserie ottenuto può di per sè essere il prodotto finale, oppure il primo di una successiva produzione in serie.

I pezzi possono essere prodotti in un’ampia gamma di colorazioni, ed avere vario tipo di finitura della superficie di vario tipo (lucida o ruvida).
A seconda delle esigenze prestazionali, la struttura in vetroresina può essere realizzata in modo semplice oppure combinando vari tipi di materiale.

Per esempio, è possibile procedere ad una stratificazione manuale con vari tipi di tessuto ed altri materiali compositi (MAT, carbonio, kevlar, carbonkevlar e tessuti ibridi) per ottenere prodotti con particolari caratteristiche meccaniche ed estetiche.
Si possono inoltre annegare all’interno delle stratificazioni inserti o rinforzi in metallo, allo scopo di dotare l’oggetto di punti di ancoraggio per meccanismi o di conferirgli maggiore rigidità.

10155 *